14
July
Day 3

21:30 · Home Stage

La sfida di ogni grande artista non è solo a livello musicale, ma culturale. Esiste una schiera di controversi musicisti che hanno sovvertito con successo il periodo storico in cui vivevano, da Sir Elton John, David Bowie e Prince a André 3000 e Erykah Badu. Dall'uscita del suo primo mixtape I CAME FROM NOTHING nel 2011, YOUNG THUG si è orgogliosamente guadagnato una posizione tra questi, rappresentando un nuovo filone sia nella musica che nella moda. Tutto ciò che riguarda il rapper 27enne, fa notizia – soprattutto ciò che riguarda il suo talento innato e inimitabile. Young Thug, alias Jeffrey Lamar Williams, si è evoluto sempre di più da quando è approdato sulla scena musicale. Nel 2016, ha avuto 3 bani consecutivamente presenti nella Top 30, e in meno di un anno ha debuttato nella Billboard Top 200, iniziando da I'm UP, seguito da SLIME SEASON 3, culminata con JEFFERY, arrivata # 8. Grazie all’hip-hop pesante di “Flyod Mayweather” (feat. Travis Scott, Gucci Mane e Quavo), e la sinergia del singolo di platino “Pick Up The Phone” (con Travis Scott e Quavo), arriva nelle “end-year lists” di ambitissimi media quali Pitchfork, Complex, Rolling Stone, e altre importanti realtà. Grazie a questo successo Young Thug nel 2016 ha lanciato la propria etichetta discografica YSL Records introducendo due nuovi artisti, Duke e Gunna. Da questo momento chiunque da Wyclef Jean e Chance The Rapper ai mentori Gucci Mane e Kanye West lo hanno cercato per svariate collaborazioni; con West ha performato al Saturday Night Live.

Buy your tickets